“Filosofia della cura di sé” al Circolo dei Lettori

Filosofia della cura di sè
Circolo dei lettori
Via Bogino, 9 – Torino
Tel: 0114326827/0114326829 – email: info@circololettori.it
Singolo incontro: 5 euro
Carta Smart: ridotto 3 euro
Carta Plus e Amici di Torino Spiritualità: ingresso libero

Le proposte del Circolo dei Lettori di Torino sono varie, interessanti ed il costo è per lo più accessibile a tutti (moltissimi incontri sono a costo zero).
Oggi vi presento la serie di 4 incontri “Filosofia della cura di sè”, che si terranno tutti i sabati di Novembre. Saranno tenuti da Carlo de Blasio, caporedattore Tg Regione Piemonte Rai,caporedattore Rai News24 e una delle prime voci della neonata radio della Rai. E’ laureato in filosofia ed esperto vegan, è stato inviato speciale della BBC.

Trovo gli argomenti che veranno trattati molto interessanti: le “contraddizioni umane“, “il conflitto fra principio del dovere e quello del piacere“, passando per “la depurazione dell’animo per affrontare le varie sfaccettature della realtà“, per approdare alla “cura di sé duratura che cambia la prospettiva dell’esistenza e ferma la caduta verso il basso” dell’ultimo incontro.

Per tutti i dettagli Clicca qui.

In piazza per Terra Madre

diretta-radio2

Venerdì sera, finito di lavorare, sono salita in macchina e mi sono indirizzata alla volta di piazza Castello…il programma di Terra Madre mi interessava particolarmente: tre programmi di Radio2 (Caterpillar, Decanter e Pascal) venivano trasmessi in diretta dal palco dello stand della Regione Pimonte. Ho addirittura trovato posto a sedermi! La mia schiena ringrazia :o) (devo ammettere che la zona limitrofa al palco è ben organizzata ma, purtroppo, mi sono anche resa conto che la radio non ha gli ascoltatori che meriterebbe).

caterpillar

Sul palco ci sono Cirri e Zambotti che parlano con alcuni ospiti: al momento la diretta è sospesa, sono le 19,30 ed in piazza echeggiano le notizie del giornale radio. Vicino a me c’è l’accesso al palco ed una ragazza magra, con un vestito salopette e con degli splendidi ricci biondi legati e tenuti indietro da una fascia si inciampa accedendo alla zona dedicata alla diretta. La guardo, le sorrido. Lei borbotta qualcosa in direzione del fetente scalino e sembra un pò sulle sue. La Zabotti le si avvicina e la chiama: “Marta…”, ma allora la bionda riccioluta e la Zoboli!! E’ lì, a meno un metro da me! Artisticamente parlando mi piace tantissimo; la osservo molto, ogni tanto i nostri sguardi si incrociano e mai una volta che abbia sorriso…probabilmente, beccandomi spesso a guardarla, penserà che io sia un pò toccatina…invece sono solo una fan.
Subito dopo la diretta, il cast di Caterpillar sparisce in fretta per dare spazio al gruppo di Decanter. Ho incrociato la Zoboli nell’ora e mezza di “buco” tra Decanter e Pascal, tempo che ho dedicato per farmi un giro tra gli stand di piazza Castello. Avrei voluto avvicinarla, dirle quando mi piacciono i suoi intermezzi. Sono anch’io un’artista e so che è bello ricevere complimenti, ma poi ho ripensato alla sua espressione quando i nostri sguardi si sono incrociati ed ho desistito. Non volevo darle conferma di essere una stalker.
decanter
Fede e Tinto di Decanter hanno un rapporto con il pubblico diverso e molto più diretto, sbarazzino, molti stacchi musicali sono stati impiegati per fare delle foto con il pubblico.

pascal

Matteo Caccia, presentatore / narrante di Pascal, ha una voce calda e coinvolgente, di persona esattamente come in radio. Vorrei essere ipnotica quanto lui.
Sembra essere un affezionato di Torino: questa è la sua terza “apparizione” in città, dopo l’intervento al Salone del Libro ed un altro al Circolo dei Lettori.

Ho apprezzato le tante persone in strada: coppie, famiglie e gruppi di amici. Ogni stand con prodotti alimentari aveva coda. Pare che la scelta di quest’anno di fare la rassegna “spalmata” per la città stia premiando gli organizzatori ed è per me un bel vedere.
Ho trovato una Torino viva e vissuta, in cui le persone non stanno rintanate in casa: una botta di ottimismo.

“A messa con Leopold e Wolfgang” per MiTo Settembre Musica

violino
Coro e Orchestra dell’Accademia del Santo Spirito
Frieder Bernius, direttore
Pietro Mussino, maestro del coro
Marina Bartoli Compostella, soprano
Gabriella Martellacci, contralto
Baltazar Zúñiga, tenore
Emanuel Fluck, basso

A Torino ci sono più chiese che credenti praticanti.
La Chiesa di San Filippo (Via Maria Vittoria, 5) è però gremita di persone  in occasione dell’appuntamento di MiTo Settembre Musica “A messa con Leopold e Wolfgang”, in cui Mozart padre e figlio sono stati uniti e messi a confronto in un unico concerto.
Fino a ieri mi è capitato di assistere solo a spettacoli e concerti in chiese sconsacrate e devo ammettere che, mentalmente, mi ci sono approcciata in maniera differente. E’ come se parificassi in tutto e per tutto una chiesa sconsacrata ad un teatro “normale”. E’ emozionante stare seduta in una chiesa e poter osservare le magnificenze che mi circondano con Mozart in sottofondo, suonato e cantato dal vivo da sapienti artisti.
Nel mio osservare ciò che mi circonda (è una pratica che faccio molto spesso … non ne posso fare a meno) mi sono soffermata anche su coloro che mi circondano.
Al mio fianco c’è un uomo che avrà più o meno la mia età: è solo, come me. Strano. Gli osservo le mani: ha la fede. Ripeto: strano. Ho l’impressione che punti più a guardare i musicisti che ad ascoltare i brani che vengono suonati. Mmmmm … è probabile che sia qui perchè la moglie fa parte dell’orchesta o del coro. Dopo una ventina di minuti (il concerto è durato circa un’ora) comincia a cedere: si guarda le mani, i piedi, si appoggia al banco e qui il “probabile” si trasforma in certezza.
Sono una romantica cronica, forse è anche per questo che sono ancora single. Ho incontrato pochissimi uomini disposti a seguirmi nelle mie passioni solo per amore (spero di non sbagliarmi e che lei non lo abbia ricattato eheheheh😀).
Vorrei incontrare anch’io la metà della mia mela, che mi renda felice venedomi a guardare quando sono in scena e che si dimentichi di quante volte ha guardato l’orologio solamente incrociando il mio sguardo emozionato che lo scorge in mezzo al pubblico alla fine dello spettacolo.

“Ourika”: ieri come oggi

Ourika copertina
Acquistato usato nell’edizione Adelphi a 6,50 euro, con il 50% di sconto.

Romanzo breve, triste e malinconico. La protagonista è una piccola schiava nera, portata in “dono” dal governatore del Senegal al Maresciallo de Beauvau. E’ lei stessa a raccontare la propria storia, da adulta, al medico che l’ha raggiunta nel convento in cui è ospite.
Allevata, curata, vezzeggiata da Madame de Beauvau, quasi come una figlia.
Vive parte della sua infanzia nell’inconsapevolezza di com’è arrivata dai de Beauvau. Cresce nella consapevolezza che il colore della sua pelle non ha importanza; fino a quando ascolta, protetta da un paravento, la conversazione di Madame de B. con un’amica. Il suo mondo crolla, percepisce che tutto ciò che crede in realtà non esiste, che essere allevata come una bianca l’ha “snaturata”, adesso non è più al livello dei neri dai quali è stata allontanata e non verrà mai considerata alla pari delle donne bianche.
Pubblicato nel 1824, tocca tematiche ancora fortemente attuali.

Al cinema con 2 euro

2 euro

La mia giornata è iniziata bene🙂
Alla radio ho sentito che il Ministro dei Beni Culturali Franceschini ha annunciato, mentre presenziava alla Mostra del Cinema di Venezia, una splendida iniziativa: Cinema 2Day ( in questo momento preferisco evitare qualsiasi commento sulla necessità dei nostri ministri di attuare delle campagne con la dicitura “qualcosa”day per concentrarmi sul valore di questa iniziativa di avvicinamento al cinema, che segue quella fortunatissima riguardante i musei statali, nei quali è possibile entrare gratuitamente la prima domenica del mese…Chissà se ne seguirà una specifica per il teatro).
Per sei mesei, a partire dal 14 Settembre 2016, ogni 2° Mercoledì del mese sarà possibile visionare i film 2D con soli 2 euro, in qualsiasi fascia oraria nei cinema aderenti (per sapere quali sono clicca qui ). Per i 3D non è prevista la medesima agevolazione, ma una tariffa scontata più elevata, purtroppo non ancora specificata.

TERRA MADRE Salone del Gusto – dal 22 al 26 Settembre 2016

 

Salone del Gusto 2016 A

Nuovo appuntamento con TERRA MADRE, il Salone del Gusto di Torino. Quest’anno si terrà dal 22 al 26 Settembre e non avrà un’unica sede, sono previste diverse location (per citarne alcune: Borgo Medievale, Torino Esposizioni, Teatro Carignano, il Mao…).
Tantissime le proposte , per tutte le tasche.
Si può accedere alle conferenze con 7 €, 5 € se siete soci Slow Food. Le visite guidate hanno un costo a partire dai 10 € per i non soci, 8 € per i soci S.F. (es. Personal Shopper). I Laboratori del Gusto hanno un costo più elevato (alcuni poi, sono riservati ai soci Slow Food), si parte dai 15 € , per arrivare a 60 € per i non soci e 55 €per i soci S.F.
Per poter visionare la gamma completa delle proposte, vi consiglio di visitare il sito della manifestazione cliccando qui .
Di norma, comunque, viene prodotto anche un programma cartaceo, disponibile presso i punti informativi presenti in città oppure all’InfoPiemonte di Piazza Castello.

Salone del Gusto 2016 B

MiTo Settembre Musica 2016

mito-settembre-musica-2016

A Settembre la programmazione culturale riprende scoppiettante e piena di prospettive. Si inizia con MiTo Settembre Musica, che partirà venerdì 2 Settembre e che proporrà, per 3 settimane, un’ampia gamma di concerti, moltissimi dei quali gratuiti.
Potete ritirare il materiale informativo presso l’InfoPiemonte di piazza Castello oppure presso gli Info stand sparsi per la Città (ce n’è, ad esempio, uno in via Montebello , a fianco della Mole) oppure accedendo direttamente al sito della manifestazione cliccando qui.
Online è possibile acquistare i biglietti per i concerti a pagamento e la procedura è molto semplice ed immediata, avendo anche l’opportunità di scegliere autonomamente il posto che si desidera. Con questa metodologia oggi ho acquistato, a 6 euro, il biglietto per lo spettacolo “Stand By Me” del quartetto di sassofoni Signum Saxophone Quartet che si terrà alle 16,00 di Sabato  3 Settembre presso Casa del Teatro Ragazzi  (Corso Galileo Ferraris, 266 – Torino).
Buon divertimento a tutti.